Tariffa traduzione saggio tecnico IT-EN
Thread poster: Flaminia Munafò

Flaminia Munafò
Italy
Local time: 02:38
Arabic to Italian
+ ...
Jul 9

Cari colleghi,

Scrivo questo post sperando di ottenere alcuni consigli utili per elaborare un preventivo.

Sono una giovane interprete e traduttrice, con esperienza per lo più nella traduzione per il web e legale.

E' la prima volta che mi viene richiesto di tradurre un saggio tecnico (argomento che conosco molto bene, lo yoga, essendo anche una praticante della disciplina) di così grosso volume (324 cartelle da 1500 battute), e quindi non so bene come stab
... See more
Cari colleghi,

Scrivo questo post sperando di ottenere alcuni consigli utili per elaborare un preventivo.

Sono una giovane interprete e traduttrice, con esperienza per lo più nella traduzione per il web e legale.

E' la prima volta che mi viene richiesto di tradurre un saggio tecnico (argomento che conosco molto bene, lo yoga, essendo anche una praticante della disciplina) di così grosso volume (324 cartelle da 1500 battute), e quindi non so bene come stabilire un preventivo.

Normalmente applico una tariffa a cartella, ma immagino che per un lavoro così grosso dovrò applicare uno sconto.

La traduzione inoltre sarebbe dall'italiano all'inglese, ed essendo verso la lingua straniera questo implica anche un aumento del prezzo di base della cartella.

Come mi consigliate di procedere? Normalmente fate uno sconto sul totale? Di quanto?

Vi ringrazio in anticipo per i preziosi consigli.
Collapse


 
Varia Jul 13

Uno sconto? Certo, potrebbe essere del 10% sulla tua tariffa + 10%. E' sempre bene offrire uno sconto.

Per una traduzione professionale, le tariffe per l'Italia variano più o meno da un minimo di 20 a un massimo di 30 euro/cartella da 1500 (+ 4% + IVA -RdA, se applicabile) per un madrelingua capace, quindi ci sono notevoli differenze. A 20 euro, bisogna consegnare un lavoro decente e il testo di partenza deve essere abbastanza facile per un non-esperto, a 25 bisogna conoscere bene
... See more
Uno sconto? Certo, potrebbe essere del 10% sulla tua tariffa + 10%. E' sempre bene offrire uno sconto.

Per una traduzione professionale, le tariffe per l'Italia variano più o meno da un minimo di 20 a un massimo di 30 euro/cartella da 1500 (+ 4% + IVA -RdA, se applicabile) per un madrelingua capace, quindi ci sono notevoli differenze. A 20 euro, bisogna consegnare un lavoro decente e il testo di partenza deve essere abbastanza facile per un non-esperto, a 25 bisogna conoscere bene l'argomento e avere uno stile piacevole e scorrevole, e a 30 il lavoro deve essere perfetto, o quasi, fatto da un esperto, e sarà probabilmente migliore dell'originale. Certo, dovrebbe esserlo anche a 20 ma il cliente avrà ciò per cui paga. Detto questo, è difficile trovare chi pagherà 30, soprattutto per un libro così lungo, e la media del mercato è più vicina a 20 che a 25. C'è anche chi lavora a 18. Lascia, però, un po' di spazio per la trattativa.

Occhio ai tempi - sto facendo un libro di 778 cartelle da 1500, per il quale ho chiesto - e ottenuto, ma non senza un po' di resistenza - 9 mesi per la consegna finale.

In bocca al lupo!

ciao
Simon
Collapse


Flaminia Munafò
 

Barbara Carrara  Identity Verified
Italy
Local time: 02:38
Member (2008)
English to Italian
+ ...
Il gioco può non valere la candela Jul 15

Flaminia,

inizio col dirti che un traduttore professionista che si rispetti traduce esclusivamente nella propria lingua. Nel tuo profilo non indichi di essere bilingue, quindi parto dal presupposto che tu non lo sia.

Il fatto che tu conosca a fondo l'argomento non significa che tu abbia la stessa dimestichezza con la resa in inglese e, a parte il dilatarsi dei tempi di consegna che questo comporta, dovrai necessariamente appoggiarti a un madrelingua per la revisione del
... See more
Flaminia,

inizio col dirti che un traduttore professionista che si rispetti traduce esclusivamente nella propria lingua. Nel tuo profilo non indichi di essere bilingue, quindi parto dal presupposto che tu non lo sia.

Il fatto che tu conosca a fondo l'argomento non significa che tu abbia la stessa dimestichezza con la resa in inglese e, a parte il dilatarsi dei tempi di consegna che questo comporta, dovrai necessariamente appoggiarti a un madrelingua per la revisione del testo, a meno che il tuo cliente (è un privato? Scusami, ma non credo che un'agenzia seria affiderebbe un progetto editoriale verso l'inglese a un madrelingua italiano) abbia confermato la propria intenzione di provvedere in questo senso. E se così fosse stabilito nel contratto, il rischio ulteriore che corri, ammesso che venga appurata una qualità inferiore alle aspettative, è che il cliente rifiuti di pagarti o pretenda una decurtazione importante, che vada a coprire le spese di revisione/ritraduzione e l'ulteriore sforamento dei tempi di consegna/pubblicazione.

Come vedi, il tuo impegno potrebbe risultare assai più oneroso del previsto in termini di tempo e denaro.

E rispetto alla tariffa, mi pare che quelle indicate da Simon (che ha all'attivo decine di traduzioni editoriali specialistiche) siano difficili da spuntare, intanto perché - ribadisco - non sei madrelingua inglese, e poi perché ormai la tendenza - almeno per le traduzioni verso l'italiano - è di calcolare la cartella editoriale su base 2000 battute, e di giocare costantemente al ribasso.

Il mio consiglio spassionato? Lascia perdere.

[Edited at 2019-07-15 16:01 GMT]
Collapse


Chiara Santoriello
missdutch
 

Flaminia Munafò
Italy
Local time: 02:38
Arabic to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Cara Barbara Jul 15

Buon lunedì. Sai, è molto incoraggiante aprire la propria e-mail e trovare un post di una collega che invece di rispondere alla domanda che ho postato sul forum, tende a criticare senza aver nemmeno mai visto o valutato un mio lavoro di traduzione e/o interpretariato.

Ora, non so quale sia la tua esperienza sul campo, ma se volessimo essere realisti e soprattutto concreti, per cortesia sfatiamo il mito del traduttore madrelingua. Per essere dei bravi interpreti e/o traduttori, non
... See more
Buon lunedì. Sai, è molto incoraggiante aprire la propria e-mail e trovare un post di una collega che invece di rispondere alla domanda che ho postato sul forum, tende a criticare senza aver nemmeno mai visto o valutato un mio lavoro di traduzione e/o interpretariato.

Ora, non so quale sia la tua esperienza sul campo, ma se volessimo essere realisti e soprattutto concreti, per cortesia sfatiamo il mito del traduttore madrelingua. Per essere dei bravi interpreti e/o traduttori, non credo sia sufficiente essere madrelingua, anzi, spesso i cosiddetti madrelingua non sono in grado di tradurre in maniera competente come sa fare un professionista che ha studiato ed appreso i metodi e le tecniche. Direi che è più che altro un'abilità in più e che il fattore linguistico è la base per svolgere un buon lavoro, ma non è l'unico elemento che definisce un bravo traduttore o interprete.

Chiaramente i lavori completati devono essere corretti e rivisti da un revisore, ma la mia domanda non era come si traduce ma quanto dovrei chiedere/ che sconto applicare su un lavoro dal volume importante.

Ringrazio Simon invece per il commento costruttivo e sicuramente utile per avere le idee un po' più chiare.
Collapse


Maurizio Varriale
 

Traduzioni Asseverate
Italy
Local time: 02:38
Voce fuori dal coro - Tariffa per la traduzione di un saggio Jul 16

Ciao Flaminia,

ho letto con attenzione quello che hai scritto e quello che ti è stato detto sopra.

Posso dirti che mi discosto dai soliti discorsi quadrati e poco flessibili nonché dai calcoli matematici; primo perché non tutti i lavori sono uguali, secondo perché la tipologia di cliente ha la sua importanza, terzo perché tu non devi vendere un kilo di carne ma un servizio, dove le variabili possono essere veramente tante.

Detto questo, se l'argomento
... See more
Ciao Flaminia,

ho letto con attenzione quello che hai scritto e quello che ti è stato detto sopra.

Posso dirti che mi discosto dai soliti discorsi quadrati e poco flessibili nonché dai calcoli matematici; primo perché non tutti i lavori sono uguali, secondo perché la tipologia di cliente ha la sua importanza, terzo perché tu non devi vendere un kilo di carne ma un servizio, dove le variabili possono essere veramente tante.

Detto questo, se l'argomento t'interessa molto e lo conosci molto bene anche in inglese, puoi proporre tranquillamente un prezzo forfetario. Penso che sarebbe ora di smetterla di valutare ogni lavoro unicamente attorno al concetto di cartella, parola, ora, riga, spazi, non spazi o simili.

Questo tipo di conteggi deve poter servire esclusivamente A TE per orientarti e renderti conto della mole di lavoro effettivamente da svolgere e soprattutto del tempo di cui avrai necessità per consegnare un lavoro professionale e revisionato nei minimi particolari; fra l'altro, se si tratta di un saggio, presumo sia destinato alla pubblicazione. Dovrai stare ancora più attenta e non arrivare all'ultimo con l'acqua alla gola.
Una volta fatti i tuoi calcoli, puoi fare tranquillamente fare un preventivo a forfait senza dover adattarti per forza ai rigidi canoni.

Non concordo assolutamente con i soliti stereotipi, del tipo "lascia perdere", "devi tradurre solo verso la tua lingua madre", "le agenzie serie", "i professionisti seri", ecc. ecc. Anche qui si potrebbero formulare una marea di ipotesi. Magari la competenza tecnica elevata può compensare in qualche modo il non essere madrelingua e nessuno può giudicare qualcuno che non si conosce. Ci mancherebbe altro.
Scusa la franchezza: la maggior parte delle volte i ragionamenti di questo tipo mi sanno tanto di aria fritta. Ogni volta che leggo questo tipo di discorsi e i "consigli spassionati" ma non richiesti, mi sembra di leggere un filo di invidia in chi li fa. Perdonatemi ma è questa la mia percezione. A scanso di equivoci, non mi riferisco a un intervento in particolare ma al solito modo di trattare l'argomento.
Di colpo si è "cari colleghi" e di colpo si diventa feroci concorrenti che invitano a "lasciar perdere". Nulla di che. Semplice perplessità. Ma devo dire che ci rimango male.

Una cosa sì dovresti valutare, a mio avviso: se il tuo cliente è un'agenzia di traduzioni o se è l'autore del saggio o se si tratta di una casa editrice. La geolocalizzazione di quel cliente (non ti pagherà lo stesso un cliente in India che in Svizzera) è un altro fattore da considerare, e tutto questo potrebbe fare la differenza sia nel budget sia nel tipo di accordo.

A mio modo di vedere, la tua tariffa dovrà tener conto soprattutto del tempo necessario e della tua competenza nel campo, nonché del prezzo della revisione. Se il tuo cliente è l'editore, potresti concordare magari di affidare la revisione delle bozze a un revisore di fiducia della stessa casa editrice a cambio di una tariffa forfetaria per te (e molto più contenuta). Se invece la revisione sarà a tuo carico, devi tenerne conto perché dovrai pagarla.

Ci sono tante possibilità in una trattativa. E anche questa del saper trattare è un'abilità. Ribadisco: non capisco perché si debba "lasciar perdere".
Piuttosto si trova nella condizione di "lasciar perdere" chi, non sapendo trattare, non rischia di allontanarsi dalla propria abitudine e perde magari un lavoro interessante solo per questo "piccolo" dettaglio: i 10.000 euro + IVA e oltre, che magari potrebbe costare un lavoro conteggiato esclusivamente attorno al concetto di cartella o di parola di un saggio di yoga di 344 cartelle (non sono mica tante, poi), semplicemente potrebbero non rientrare nel budget del cliente per quel quantitativo di lavoro e per questo tipo di opera. Pensa che ci sono tanti editori in proprio, che magari intendono vendere l'opera su Amazon e altri canali online... A meno che il saggio non diventi un best seller, vedo difficile vendere il servizio di traduzione alle tariffe stereotipate. Per questo vedrei meglio un forfait.

Detto quanto sopra, mi viene da dirti: in base alle tue variabili, saresti disposta a farlo alla metà? Continuerebbe a sembrarti interessante proponendolo a un prezzo forfetario e più economico? Se sì, avanti; se no, fa una proposta interessante per te e per il cliente.
Attenta, ovviamente la proposta non può essere interessante solo per il cliente, altrimenti alla prima difficoltà maledirai l'ora in cui l'hai accettato.

Ultima cosa: più tempo avrai a disposizione e più potrai trattare il prezzo. Questo perché se per caso le trecento e passa cartelle diventassero ad un certo punto particolarmente ostiche, ti troveresti nella condizione di dover rifiutare altri lavori e magari di perdere clienti già consolidati non potendo venire incontro ad altre urgenze. E questo per qualche mese. Pensa anche a questo nella valutazione del prezzo finale.

Non ti dirò qui quale tariffa potresti applicare o quale potrebbe essere quel prezzo forfetario perché non so quali possano essere le TUE variabili e neanche la tua capacità di trattativa con il cliente. Poi, come sai, non ci sono tariffe uguali per tutti. Non mi permetterei mai di giudicare le tue competenze solo per quanto scrivi nel tuo profilo di ProZ.com (che non ho letto perché non mi serviva farlo per rispondere al tuo intervento).

La decisione spetta solo a te e non ascoltare a destra e a manca. Fa con calma le tue riflessioni, vedi un po' quanto vorresti guadagnare, come fatturerai questo lavoro, a chi e dove, la tempistica di consegna (puoi trattare molto su questo!), la possibilità di entrare in un settore che magari ti interessa, il lavoro che hai in corso con altri clienti e il tuo flusso normale di lavoro almeno nell'arco di tre mesi. Poi fa il prezzo. Sicuramente sarà quello giusto.

Mi raccomando, se alla fine arriverai ad un accordo con il tuo interlocutore (te lo auguro!), tutti gli accordi devono essere messi per iscritto (incluso, se così lo stimerai e se il tuo cliente non è un'agenzia, un acconto al momento di confermare l'ordine). Informati sul diritto d'autore e contratta in modo chiaro la tempistica di pagamento, magari frazionata. Mostrati tranquilla, professionale, sicura e flessibile.

Spero di averti dato qualche spunto.

In bocca al lupo.

María José Iglesias


[Modificato alle 2019-07-16 23:07 GMT]
Collapse


Chiara Foppa Pedretti
 

Flaminia Munafò
Italy
Local time: 02:38
Arabic to Italian
+ ...
TOPIC STARTER
Voce fuori dal coro, sei stata utile :) Jul 18

Cara María José,

Grazie per il commento, sicuramente molto utile!

Il cliente è un privato, il lavoro riguarda un libro che ha pubblicato in italiano e che desidera tradurre in inglese, ma non ha un budget particolarmente ampio come quello, potenzialmente, di una casa editrice.

Il lavoro mi interessa molto perché, come già avevo scritto nel post, lo yoga è una disciplina che pratico da diversi anni e quindi risulterebbe per me un piacere, oltre che un
... See more
Cara María José,

Grazie per il commento, sicuramente molto utile!

Il cliente è un privato, il lavoro riguarda un libro che ha pubblicato in italiano e che desidera tradurre in inglese, ma non ha un budget particolarmente ampio come quello, potenzialmente, di una casa editrice.

Il lavoro mi interessa molto perché, come già avevo scritto nel post, lo yoga è una disciplina che pratico da diversi anni e quindi risulterebbe per me un piacere, oltre che una fonte di guadagno e una sfida interessante, tradurre il suo libro.

Sono perfettamente d'accordo sul discorso della trattativa, penso che anche questo faccia parte delle cosiddette soft skills che deve avere un interprete/traduttore, oltre alla conoscenza linguistica ed extralinguistica.

Per le tempistiche credo che siano molto ampie, non c'è nessuna urgenza, e anche questo è un fattore che ho preso in considerazione in virtù di uno sconto/prezzo forfettario da proporre al cliente.

Sei stata davvero gentile e il tuo commento si è rivelato sicuramente costruttivo.

A presto collega!
Collapse


 


To report site rules violations or get help, contact a site moderator:


You can also contact site staff by submitting a support request »

Tariffa traduzione saggio tecnico IT-EN

Advanced search






Anycount & Translation Office 3000
Translation Office 3000

Translation Office 3000 is an advanced accounting tool for freelance translators and small agencies. TO3000 easily and seamlessly integrates with the business life of professional freelance translators.

More info »
PerfectIt consistency checker
Faster Checking, Greater Accuracy

PerfectIt helps deliver error-free documents. It improves consistency, ensures quality and helps to enforce style guides. It’s a powerful tool for pro users, and comes with the assurance of a 30-day money back guarantee.

More info »



Forums
  • All of ProZ.com
  • Term search
  • Jobs
  • Forums
  • Multiple search